Chef

Alessandro Negrini e Fabio Pisani

"È importante che la gente capisca che anche una dieta specifica, elaborata appositamente per una patologia, può essere saporita e invitante."

Gli Chef del ristorante "Il Luogo di Aimo e Nadia"

"È importante che la gente capisca che anche una dieta specifica, elaborata appositamente per una patologia, può essere saporita e invitante".

Alessandro Negrini e Fabio Pisani

Alessandro Negrini e Fabio Pisani sono i giovani cuochi che hanno raccolto il testimone di Aimo e Nadia nella storica insegna milanese. Insieme a Stefania, figlia di Aimo e Nadia, sono oggi gli eredi di quello stile unico capace di raccogliere in un gesto contemporaneo l’eredità della ricca storia gastronomica nazionale, arricchendola e stratificandola con nuovi significati e segni.

Lo chef Alessandro Negrini, nato nel 1978 a Caspoggio in Valmalenco e diplomatosi alla scuola alberghiera di Sondrio, ha lavorato all'Hotel Palace di Saint Moritz e al Gallia Palace di Punta Ala prima di arrivare presso Il Luogo di Aimo e Nadia, dove si è fermato per tre anni, per poi continuare il suo percorso formativo: due anni al Domaine de Châteauvieux a Ginevra e un anno al ristorante Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio. Approda presso Il Luogo di Aimo e Nadia nel 2005.

Lo chef Fabio Pisani, anche lui classe 1978, originario di Molfetta, Bari, dove si è diplomato cuoco. Dal 2000 al 2005, ha lavorato in 3 grandi maison europee, tutte stelle Michelin: a Parigi al Grand Vefour, a Londra al Waterside Inn, e al ristorante Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio.

Qui avviene l’incontro tra i due chef, da allora amici nella vita e compagni inseparabili nel lavoro. Alessandro e Fabio tornano quindi da Il Luogo di Aimo e Nadia, con la voglia di intraprendere un progetto con Stefania Moroni per costruire il futuro della nuova generazione de Il Luogo.

Nel 2014 Fabio e Alessandro sono premiati “Miglior Chef” dalla Guida Identità Golose.

Il Luogo di Aimo e Nadia

Da oltre 50 anni, questo ristorante è il simbolo milanese dell'identità della gastronomia italiana nel mondo. Un Luogo-contrada in cui si intrecciano cucina, arte, performance teatrali, degustazione di vini.

In questo Luogo sono nati i piatti che hanno visto l'evoluzione della cucina italiana: materie prime eccellenti ed esclusive, risultato di una ricerca e di una selezione scrupolose per portare alla ribalta e notorietà a ingredienti e tecniche poco note o addirittura dimenticate. Un approccio di grande rispetto per i sapori originari. Una cucina in grado di mettere in mostra la ricchezza che solo certi cibi riescono a raccontare.

Nel 2013 Il Luogo di Aimo e Nadia entra a far parte dell’associazione Relais&Chateaux.